Il lavoro si propone di evidenziare i deficit di legalità della legislazione antiterrorismo sempre più appiattita sui caratteri legislazione emergenziale. Si tratta di un diritto penale sempre più lontano dall’offesa, rispetto al quale spicca un complessivo inasprimento sanzionatorio ed il rafforzamento di istituti volti a favorire il ravvedimento post delictum. Viene altresì posto in risalto lo strumentario delle misure di prevenzione per colpire il terrorista come tipo d’autore che fa della legislazione antiterrorismo un tipico esempio di “diritto penale del nemico”.

La legislazione italiana antiterrorismo: uno specchio degli attuali mali del diritto penale postmoderno

Carlo Longobardo
2021

Abstract

Il lavoro si propone di evidenziare i deficit di legalità della legislazione antiterrorismo sempre più appiattita sui caratteri legislazione emergenziale. Si tratta di un diritto penale sempre più lontano dall’offesa, rispetto al quale spicca un complessivo inasprimento sanzionatorio ed il rafforzamento di istituti volti a favorire il ravvedimento post delictum. Viene altresì posto in risalto lo strumentario delle misure di prevenzione per colpire il terrorista come tipo d’autore che fa della legislazione antiterrorismo un tipico esempio di “diritto penale del nemico”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/890740
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact