Il saggio cerca di ragionare – partendo dall'espressione: «desiderare stanca» contenuta nelle pagine finali di un volume di B. Moroncini dedicato alla lettura del "Simposio" platonico da parte di Jacques Lacan – sull’espressione usata da Moroncini, per cercare, aldilà dell’ovvia pena e/o fatica che tutti proviamo quando ‘miriamo’ ad afferrare l’oggetto del nostro desiderio, il valore, per dir così, di esperienza, contenuta nell’espressione: desiderare stanca, soffermandosi non soltanto sui détours o le divagazioni del desiderare che immediatamente danno l’idea, nella loro ‘tortuosità’, del fiato corto, più che della soddisfazione, che il desiderante sente e ha, quando finalmente raggiunge l’obietto della sua mira. Momento centrale del saggio è il 'dialogo' tra la concezione lockiana del desiderare e quella leibniziana. Ripercorrendolo, il saggio cerca di mettere a fuoco la "prova", ovvero l' "esperienza rischiosa" che ogni desiderante fa quando effettivamente desidera, della costituzione soggettiva che trama e da adito al percorso desiderante.

Desiderare. Tra stanchezza e disagio.

PAPPARO, FELICE CIRO
2017

Abstract

Il saggio cerca di ragionare – partendo dall'espressione: «desiderare stanca» contenuta nelle pagine finali di un volume di B. Moroncini dedicato alla lettura del "Simposio" platonico da parte di Jacques Lacan – sull’espressione usata da Moroncini, per cercare, aldilà dell’ovvia pena e/o fatica che tutti proviamo quando ‘miriamo’ ad afferrare l’oggetto del nostro desiderio, il valore, per dir così, di esperienza, contenuta nell’espressione: desiderare stanca, soffermandosi non soltanto sui détours o le divagazioni del desiderare che immediatamente danno l’idea, nella loro ‘tortuosità’, del fiato corto, più che della soddisfazione, che il desiderante sente e ha, quando finalmente raggiunge l’obietto della sua mira. Momento centrale del saggio è il 'dialogo' tra la concezione lockiana del desiderare e quella leibniziana. Ripercorrendolo, il saggio cerca di mettere a fuoco la "prova", ovvero l' "esperienza rischiosa" che ogni desiderante fa quando effettivamente desidera, della costituzione soggettiva che trama e da adito al percorso desiderante.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
18. Desiderare in Cuomo Invenzione etica.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo in volume
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 1.37 MB
Formato Adobe PDF
1.37 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/670136
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact