Attraverso una nuova analisi di un documento angioino del 1333 pubblicato nell'Ottocento e poi perduto, e di un'ampia serie di documenti dello stesso anno noti solo alla storiografia ungherese, si propone una nuova ipotesi sulle ragioni dell'allestimento delle sepolture angioine nella Cattedrale di Napoli.

Precisazioni documentarie e nuove proposte sulla commissione e l'allestimento delle tombe reali angioine nella Cattedrale di Napoli

LUCHERINI, VINCENZA
2014

Abstract

Attraverso una nuova analisi di un documento angioino del 1333 pubblicato nell'Ottocento e poi perduto, e di un'ampia serie di documenti dello stesso anno noti solo alla storiografia ungherese, si propone una nuova ipotesi sulle ragioni dell'allestimento delle sepolture angioine nella Cattedrale di Napoli.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
34 Pdf Lucherini per Scritti in onore Andaloro.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo completo
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 243.19 kB
Formato Adobe PDF
243.19 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/598083
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact