Il test ergometrico cardiopolmonare: dalla fisiologia alla patologia