Il seminario è stato incentrato sull’analisi dei mezzi lessicali attraverso i quali parlanti di lingue romanze (francese, italiano e spagnolo) e parlanti di lingue germaniche (inglese, tedesco e svedese) costruiscono la coesione discorsiva nello strutturare la descrizione spaziale statica (descrizione di oggetti in assenza di movimento). Il compito impiegato per l’elicitazione dei dati corrisponde ad un’immagine tratta dalla serie Hier fällt ein Haus, dort steht ein Kran..., oder die Veränderung der Stadt di Jörg Müller, Verlag Sauerländer, ed è già stata impiegata in svariati progetti di ricerca internazionali. I parlanti intervistati sono 133; le interviste prodotte sono 310. Le sei lingue considerate sono state studiate in primo luogo dal punto di vista delle produzioni native (133 testi), il che ha permesso di identificare delle modalità di coesione testuale differenti, sintetizzabili attraverso lo schema che segue: Modello Germanico = (Proadverbien) → (here/there; da; där…) → SPrep/Dim/Rel = Modello Romanzo dal quale emerge che il modello germanico predilige mezzi quali i Proadverbien (davor, daneben ecc) e i deittici in funzione anaforica (da, there, dӓr ecc.), contrariamente a quello romanzo, in cui sintagmi preposizionali, dimostrativi e relativi sono assolutamente prevalenti. Diamo di seguito alcuni esempi dai nostri dati: Sara Tedesco L1 Neben dieser Haltstelle ist eine Bank + da sitz eine alte Frau “vicino a questa fermata c’è una panchina + là siede una anziana donna” Serena Italiano L1 vicino alla fermata dove ci sono le tre persone che aspettano + c’è una panchina dove è seduta una persona anziana Al fine di valutare i risultati che il contatto tra il modello germanico e quello romanzo avrebbe dato, sono state valutati testi spaziali statici prodotti da apprendenti germanici di una lingua romanza e apprendenti romanzi di una lingua germanica (177 testi). I dati analizzati danno sostegno all’idea che le strategie di coesione testuale rappresentino un compito acquisizionale estremamente complesso e che il contatto con una L2, anche quando intenso, non riesce a neutralizzare le strategie discorsive proprie della L1. Piuttosto infatti che neutralizzarle, l’apprendente adulto di L2 adatta il processo di concettualizzazione della lingua materna agli strumenti formali della lingua seconda, con risultati non del tutto inaccettabili ma certo non privi di stonature in termini di “grammatica del testo”.

La coesione discorsiva nei testi descrittivi: un confronto tra lingue germaniche e lingue romanze

GIULIANO, PATRIZIA
2010

Abstract

Il seminario è stato incentrato sull’analisi dei mezzi lessicali attraverso i quali parlanti di lingue romanze (francese, italiano e spagnolo) e parlanti di lingue germaniche (inglese, tedesco e svedese) costruiscono la coesione discorsiva nello strutturare la descrizione spaziale statica (descrizione di oggetti in assenza di movimento). Il compito impiegato per l’elicitazione dei dati corrisponde ad un’immagine tratta dalla serie Hier fällt ein Haus, dort steht ein Kran..., oder die Veränderung der Stadt di Jörg Müller, Verlag Sauerländer, ed è già stata impiegata in svariati progetti di ricerca internazionali. I parlanti intervistati sono 133; le interviste prodotte sono 310. Le sei lingue considerate sono state studiate in primo luogo dal punto di vista delle produzioni native (133 testi), il che ha permesso di identificare delle modalità di coesione testuale differenti, sintetizzabili attraverso lo schema che segue: Modello Germanico = (Proadverbien) → (here/there; da; där…) → SPrep/Dim/Rel = Modello Romanzo dal quale emerge che il modello germanico predilige mezzi quali i Proadverbien (davor, daneben ecc) e i deittici in funzione anaforica (da, there, dӓr ecc.), contrariamente a quello romanzo, in cui sintagmi preposizionali, dimostrativi e relativi sono assolutamente prevalenti. Diamo di seguito alcuni esempi dai nostri dati: Sara Tedesco L1 Neben dieser Haltstelle ist eine Bank + da sitz eine alte Frau “vicino a questa fermata c’è una panchina + là siede una anziana donna” Serena Italiano L1 vicino alla fermata dove ci sono le tre persone che aspettano + c’è una panchina dove è seduta una persona anziana Al fine di valutare i risultati che il contatto tra il modello germanico e quello romanzo avrebbe dato, sono state valutati testi spaziali statici prodotti da apprendenti germanici di una lingua romanza e apprendenti romanzi di una lingua germanica (177 testi). I dati analizzati danno sostegno all’idea che le strategie di coesione testuale rappresentino un compito acquisizionale estremamente complesso e che il contatto con una L2, anche quando intenso, non riesce a neutralizzare le strategie discorsive proprie della L1. Piuttosto infatti che neutralizzarle, l’apprendente adulto di L2 adatta il processo di concettualizzazione della lingua materna agli strumenti formali della lingua seconda, con risultati non del tutto inaccettabili ma certo non privi di stonature in termini di “grammatica del testo”.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/476141
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact