Le Sezioni Unite (9 giugno 2021, n. 16080), nell’ambito di una controversia tributaria, non hanno individuato in modo puntuale la natura e gli effetti giuridici della cessione dei diritti edificatori, limitandosi all'esclusione del carattere reale con la conseguente inclusione nella categoria residuale degli atti sottoposti all’aliquota minore. Del pari l'opaca motivazione non offre alcun elemento ricostruttivo in ordine alla previsione dell'art. 2643 n. 2 bis cod. civ. contribuendo così al rafforzamento dell'enigma dei diritti edificatori.

Relazione: «L’enigma dei diritti edificatori»

Andrea Federico
2022

Abstract

Le Sezioni Unite (9 giugno 2021, n. 16080), nell’ambito di una controversia tributaria, non hanno individuato in modo puntuale la natura e gli effetti giuridici della cessione dei diritti edificatori, limitandosi all'esclusione del carattere reale con la conseguente inclusione nella categoria residuale degli atti sottoposti all’aliquota minore. Del pari l'opaca motivazione non offre alcun elemento ricostruttivo in ordine alla previsione dell'art. 2643 n. 2 bis cod. civ. contribuendo così al rafforzamento dell'enigma dei diritti edificatori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/906882
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact