Dal confronto di passi tratti dall’opera Sulla natura di Epicuro e i versi di Lucrezio sull’immobilità della terra nel cosmo l’autrice conferma l’immagine di Lucrezio attento e profondo lettore dell’opera capitale del Maestro

La stabilità della terra nella dottrina di Epicuro: Lucrezio lettore dell’XI libro Sulla natura

Giuliana Leone
Primo
2021

Abstract

Dal confronto di passi tratti dall’opera Sulla natura di Epicuro e i versi di Lucrezio sull’immobilità della terra nel cosmo l’autrice conferma l’immagine di Lucrezio attento e profondo lettore dell’opera capitale del Maestro
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/890512
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact