Il ‘cuore occulto’ dello Stato? Lavorare con fonti declassificate