E’ questo il primo studio monografico pubblicato in Italia sull’opera dell’architetto portoghese, poco nota al di fuori dei confini del suo paese. Fortemente impegnato nella ricerca professionale e nell’insegnamento, Soutinho si è spesso sottratto al consumo mediatico della propria produzione e questo fa di lui un personaggio poco alla moda e della sua architettura un prodotto inconsueto e forse un poco ostico. Del tutto disinteressato ad affermare uno stile personale riconoscibile, Soutinho nutre un profondo rispetto per il mestiere di architetto che lo induce a rifiutare le facili soluzioni di maniera, in favore di una pratica artigianale mai scontata, che accetta di confrontarsi con temi e contesti di lavoro sempre differenti.

Le case di Acino Soutinho

VIOLA, FRANCESCO
2004

Abstract

E’ questo il primo studio monografico pubblicato in Italia sull’opera dell’architetto portoghese, poco nota al di fuori dei confini del suo paese. Fortemente impegnato nella ricerca professionale e nell’insegnamento, Soutinho si è spesso sottratto al consumo mediatico della propria produzione e questo fa di lui un personaggio poco alla moda e della sua architettura un prodotto inconsueto e forse un poco ostico. Del tutto disinteressato ad affermare uno stile personale riconoscibile, Soutinho nutre un profondo rispetto per il mestiere di architetto che lo induce a rifiutare le facili soluzioni di maniera, in favore di una pratica artigianale mai scontata, che accetta di confrontarsi con temi e contesti di lavoro sempre differenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/8305
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact