Il 21 gennaio 1713 Alfonso Maria de Liguori aveva conseguito la laurea in utroque presso la facoltà di legge dell’università di Napoli. Aveva perfezionato la sua formazione giuridica, e non solo, nel circolo napoletano di Nicolò Caravita, campione dell’anticurialismo e della cultura investigante. Nel 1715 aveva iniziato ad esercitare la professione di avvocato che avrebbe continuato, senza perdere mai una causa, fino al 1723. In quell’ anno la triste esperienza legata alla causa "famigeratissima" da lui persa riguardante il feudo di Amatrice, negli Abruzzi, in cui Alfonso difendeva gli interessi del duca di Gravina contro il granduca di Toscana Cosimo III dei Medici, avrebbe segnato il suo abbandono definitivo dei tribunali. Le riflessioni che seguono sono dedicate al de Liguori uomo di legge, al fine di cercare di comprendere quanto la sua esperienza forense, unita alla sua formazione giuridica, abbiano inciso sul suo percorso di vita umana e religiosa.

Alfonso Maria de Liguori dalla prassi forense all’impegno pastorale

marcella campanelli
2019

Abstract

Il 21 gennaio 1713 Alfonso Maria de Liguori aveva conseguito la laurea in utroque presso la facoltà di legge dell’università di Napoli. Aveva perfezionato la sua formazione giuridica, e non solo, nel circolo napoletano di Nicolò Caravita, campione dell’anticurialismo e della cultura investigante. Nel 1715 aveva iniziato ad esercitare la professione di avvocato che avrebbe continuato, senza perdere mai una causa, fino al 1723. In quell’ anno la triste esperienza legata alla causa "famigeratissima" da lui persa riguardante il feudo di Amatrice, negli Abruzzi, in cui Alfonso difendeva gli interessi del duca di Gravina contro il granduca di Toscana Cosimo III dei Medici, avrebbe segnato il suo abbandono definitivo dei tribunali. Le riflessioni che seguono sono dedicate al de Liguori uomo di legge, al fine di cercare di comprendere quanto la sua esperienza forense, unita alla sua formazione giuridica, abbiano inciso sul suo percorso di vita umana e religiosa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/780265
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact