L'immanente tensione tra la tutela delle diversità culturali e l'universalità dei diritti fondamentali: il caso delle mutilazioni genitali femminili