La tesi mostra come, pur nell'assunto di una laicità del moderno, molti architetti modernisti si siano posto il tema del sacro nella definizione di progetti di edifici religiosi, in gran parte di fede cattolica. L'idea che sorregge le analisi e gli assunti è nel ritenere esservi una analogia tra la relazione mondano/sacro e quella mondano/arte, dal momento che sia la religione che l'arte rinviano ad un altro da sè rispetto alle rappresentazioni della vita e delle opere d'arte.

IL SACRO E L'ARCHITETTURA NELLA MODERNITÀ

CUOMO, ALBERTO
2004

Abstract

La tesi mostra come, pur nell'assunto di una laicità del moderno, molti architetti modernisti si siano posto il tema del sacro nella definizione di progetti di edifici religiosi, in gran parte di fede cattolica. L'idea che sorregge le analisi e gli assunti è nel ritenere esservi una analogia tra la relazione mondano/sacro e quella mondano/arte, dal momento che sia la religione che l'arte rinviano ad un altro da sè rispetto alle rappresentazioni della vita e delle opere d'arte.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/7561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact