Tra aperture e relazioni: sul concetto di mondo