Lo studio, partendo da alcune riflessioni sugli aspetti interpretativi del vedere, intende delineare quali siano oggi, nell’ambito della rappresentazione, le ricadute di una rinnovata idea di realtà che si sottrae alla tradizionale lettura basata sulla concretezza dei punti di riferimento. Impostando una metodologia di indagine di tipo critico, si approfondiscono in maniera congiunta le teorie della percezione spaziale e alcune recenti rivelazioni prodotte dalle neuroscienze sul funzionamento del nostro sistema visivo, pervenendo alla conferma di una necessità di rielaborazione delle discipline del disegno. This study, starting from some reflections about the interpretative aspects of seeing, aims to outline what they are today, as part of the representation, the impact of a new idea of reality that escapes the traditional reading based on the reality of the reference points Setting a critical type of survey methodology, we investigate jointly the theories of spatial perception and some recent revelations made by the neurosciences on the functioning of our visual system, reaching a confirmed need for revision of the design disciplines.

Le mutazioni della distanza tra visibile e tangibile/The changeable distance between visible and tangible_UID Roma 2012

Teresa Della Corte
2012

Abstract

Lo studio, partendo da alcune riflessioni sugli aspetti interpretativi del vedere, intende delineare quali siano oggi, nell’ambito della rappresentazione, le ricadute di una rinnovata idea di realtà che si sottrae alla tradizionale lettura basata sulla concretezza dei punti di riferimento. Impostando una metodologia di indagine di tipo critico, si approfondiscono in maniera congiunta le teorie della percezione spaziale e alcune recenti rivelazioni prodotte dalle neuroscienze sul funzionamento del nostro sistema visivo, pervenendo alla conferma di una necessità di rielaborazione delle discipline del disegno. This study, starting from some reflections about the interpretative aspects of seeing, aims to outline what they are today, as part of the representation, the impact of a new idea of reality that escapes the traditional reading based on the reality of the reference points Setting a critical type of survey methodology, we investigate jointly the theories of spatial perception and some recent revelations made by the neurosciences on the functioning of our visual system, reaching a confirmed need for revision of the design disciplines.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2012_UID_Roma_Le mutazioni della distanza.PDF

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 3.52 MB
Formato Adobe PDF
3.52 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/752865
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact