Una dialettica senza sintesi. Su alcune pagine de "Il visibile e l'invisibile"