La relazione si tiene in occasione dell'incontro con il Consolato Polacco nel corso del quale viene donata, a questa istituzione, un'opera pittorica, del maestro Carlo Improta, commemorativa della tragedia di Auschwitz. Il discorso si sofferma sui laceranti tracciati che questo dramma epocale ha impresso nella memoria collettiva sottolineando i modi e le strategie attraverso le quali scongiurare il ripetersi di un abominio di questa natura.

Il racconto dell'olocausto e i segni di una tragedia storica

l. caramiello
2019

Abstract

La relazione si tiene in occasione dell'incontro con il Consolato Polacco nel corso del quale viene donata, a questa istituzione, un'opera pittorica, del maestro Carlo Improta, commemorativa della tragedia di Auschwitz. Il discorso si sofferma sui laceranti tracciati che questo dramma epocale ha impresso nella memoria collettiva sottolineando i modi e le strategie attraverso le quali scongiurare il ripetersi di un abominio di questa natura.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
25 gennaio 2019 - La memoria per non dimenticare.pdf

accesso aperto

Descrizione: Locandina del Convegno
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 80.94 kB
Formato Adobe PDF
80.94 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/741759
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact