Il diritto penale della sicurezza contemporanea determina il superamento dei principi e delle garanzie del penale liberale, riprendendo i modelli preventivi e personologici autoritari dello Stato totalitario novecentesco ed alcuni caratteri belligeranti e brutali del penale pre-moderno. In particolare, il penale dell’immigrazione sembra tutelare più che la sicurezza territoriale, la sicurezza dell’identità etnica e razziale. La pena tende alla rassicurazione del corpo sociale, simboleggiando la neutralizzazione ed il respingimento dell' estraneo: in questo modo viene finalizzata al ripristino dell’ordine identitario precedente. Si adottano perciò gli schemi preventivi e personologici del penale del nemico: l’immigrato-clandestino ricalca in tal senso un Tätertyp che rivitalizza i tipi medievali dell’ extraneus e del Bannitus. La sicurezza in questa prospettiva viene confusa con una conservatio ordinum, basata sulla criminalizzazione e sull'espulsione del corpo estraneo. The criminal law of security determines today the overcoming of the principles and the guarantees of the liberal penal, taking again the preventive and personological models of the authoritarian state of the twentieth century and some belligerent and brutal characters of the pre-modern penalty. In particular, the immigration penalty seems to protect more than territorial security, the security of ethnic and racial identity. The penalty reassures the social body, symbolizing the neutralization and rejection of the stranger aimed at restoring the previous identity order. Therefore the preventive and personological schemes of the enemy's criminal are adopted: the immigrant-clandestine becomes a Tätertyp which revitalizes the medieval types of extraneus and Bannitus. Security thus tends to be confused with a conservatio ordinum, based on the criminalization and expulsion of the foreign body.

La sicurezza penale fra rassicurazione sociale, conservatio ordinum e criminalizzazione del corpo estraneo

FORZATI FRANCESCO
2018

Abstract

Il diritto penale della sicurezza contemporanea determina il superamento dei principi e delle garanzie del penale liberale, riprendendo i modelli preventivi e personologici autoritari dello Stato totalitario novecentesco ed alcuni caratteri belligeranti e brutali del penale pre-moderno. In particolare, il penale dell’immigrazione sembra tutelare più che la sicurezza territoriale, la sicurezza dell’identità etnica e razziale. La pena tende alla rassicurazione del corpo sociale, simboleggiando la neutralizzazione ed il respingimento dell' estraneo: in questo modo viene finalizzata al ripristino dell’ordine identitario precedente. Si adottano perciò gli schemi preventivi e personologici del penale del nemico: l’immigrato-clandestino ricalca in tal senso un Tätertyp che rivitalizza i tipi medievali dell’ extraneus e del Bannitus. La sicurezza in questa prospettiva viene confusa con una conservatio ordinum, basata sulla criminalizzazione e sull'espulsione del corpo estraneo. The criminal law of security determines today the overcoming of the principles and the guarantees of the liberal penal, taking again the preventive and personological models of the authoritarian state of the twentieth century and some belligerent and brutal characters of the pre-modern penalty. In particular, the immigration penalty seems to protect more than territorial security, the security of ethnic and racial identity. The penalty reassures the social body, symbolizing the neutralization and rejection of the stranger aimed at restoring the previous identity order. Therefore the preventive and personological schemes of the enemy's criminal are adopted: the immigrant-clandestine becomes a Tätertyp which revitalizes the medieval types of extraneus and Bannitus. Security thus tends to be confused with a conservatio ordinum, based on the criminalization and expulsion of the foreign body.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
web.12.2018.Forzati.docx

accesso aperto

Descrizione: articolo
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 231.7 kB
Formato Microsoft Word XML
231.7 kB Microsoft Word XML Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/739508
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact