Il drastico cambio di scenario politico avvenuto con le elezioni del 4 marzo introduce sostanziali elementi di novità sul piano della rappresentanza politica in termini sia di costruzione della leadership che di constituency communication. In particolare, sarà interessante osservare come a) i parlamentari 5S organizzeranno dinamicamente il proprio ruolo in risposta alla leadership “bipolare” di Di Maio e Salvini e sancita da un contratto di governo che esclude a priori il dissenso interno, b) come costruiranno il proprio stile di rappresentanza in funzione dei mutati rapporti di potere e all’esercizio del proprio mandato (imperativo, per definizione) e, c) come gestiranno le risorse di comunicazione in risposta alla centralizzazione e verticalizzazione operata dal movimento da un lato, e al bisogno di rappresentare i territori, dall’altro. In altri termini, questo lavoro intende iniziare ad esplorare le caratteristiche della constituency communication al tempo dei 5S analizzando la comunicazione strutturata e non; il ruolo che i singoli rappresentanti 5S si stanno ritagliando nelle diverse arene per effetto delle istanze provenienti dal governo, dai territori, dai media, e dalla piattaforma Rousseau; lo spazio comunicativo che viene da essi occupato nei (social) media. Una dimensione di analisi non secondaria riguarderà inoltre il contributo della constituency communication alla costruzione della leadership personale del capo politico del Movimento attraverso una narrazione che ne rafforza la popolarità e il consenso

La constituency communication al tempo dei 5S: fra (s)personalizzazione e leadership bipolare

Rosanna De Rosa
Writing – Original Draft Preparation
2018

Abstract

Il drastico cambio di scenario politico avvenuto con le elezioni del 4 marzo introduce sostanziali elementi di novità sul piano della rappresentanza politica in termini sia di costruzione della leadership che di constituency communication. In particolare, sarà interessante osservare come a) i parlamentari 5S organizzeranno dinamicamente il proprio ruolo in risposta alla leadership “bipolare” di Di Maio e Salvini e sancita da un contratto di governo che esclude a priori il dissenso interno, b) come costruiranno il proprio stile di rappresentanza in funzione dei mutati rapporti di potere e all’esercizio del proprio mandato (imperativo, per definizione) e, c) come gestiranno le risorse di comunicazione in risposta alla centralizzazione e verticalizzazione operata dal movimento da un lato, e al bisogno di rappresentare i territori, dall’altro. In altri termini, questo lavoro intende iniziare ad esplorare le caratteristiche della constituency communication al tempo dei 5S analizzando la comunicazione strutturata e non; il ruolo che i singoli rappresentanti 5S si stanno ritagliando nelle diverse arene per effetto delle istanze provenienti dal governo, dai territori, dai media, e dalla piattaforma Rousseau; lo spazio comunicativo che viene da essi occupato nei (social) media. Una dimensione di analisi non secondaria riguarderà inoltre il contributo della constituency communication alla costruzione della leadership personale del capo politico del Movimento attraverso una narrazione che ne rafforza la popolarità e il consenso
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La constituency communication al tempo dei 5S_final.pdf

non disponibili

Descrizione: la constituency communication al tempo dei 5S_final.pdf
Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 6.76 MB
Formato Adobe PDF
6.76 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/737498
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact