Sulla natura degli interdicta pretori e sui peculiari modi di funzionamento di questo tipo di tutela, esaminata attraverso il confronto degli interdetti de loco publico fruendo, uti possidetis e de superficiebus che rappresentano importanti elementi di intersezione tra la storia agraria e quella urbana dell’antica Roma.

Aspetti della tutela interdittale romana

P. SANTINI
2018

Abstract

Sulla natura degli interdicta pretori e sui peculiari modi di funzionamento di questo tipo di tutela, esaminata attraverso il confronto degli interdetti de loco publico fruendo, uti possidetis e de superficiebus che rappresentano importanti elementi di intersezione tra la storia agraria e quella urbana dell’antica Roma.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/733085
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact