Nel seminario si sono ripercorsi i diversi momenti storici nei quali i romani avvertirono la necessità di sistemare e rendere accessibile al pubblico il diritto. Si è messa in risalto, così, la differenza dei modi, delle forme e dei materiali con i quali una tale operazione venne realizzata nelle diverse epoche, a partire da quella arcaica sino a quella giustinianea. Sulla base di queste premesse, sono stati operati dei raffronti fra le antiche compilazioni di diritto e ciò che si intende per 'codice' oggi, soffermandosi poi in particolare sul recente dibattito fra 'codificazione' e 'decodificazione' rispetto al quale si è tentato di cogliere quali spunti di valutazione possa offrire l'esperienza giuridica romana.

Codici antichi e codici moderni

Piera Capone
2018

Abstract

Nel seminario si sono ripercorsi i diversi momenti storici nei quali i romani avvertirono la necessità di sistemare e rendere accessibile al pubblico il diritto. Si è messa in risalto, così, la differenza dei modi, delle forme e dei materiali con i quali una tale operazione venne realizzata nelle diverse epoche, a partire da quella arcaica sino a quella giustinianea. Sulla base di queste premesse, sono stati operati dei raffronti fra le antiche compilazioni di diritto e ciò che si intende per 'codice' oggi, soffermandosi poi in particolare sul recente dibattito fra 'codificazione' e 'decodificazione' rispetto al quale si è tentato di cogliere quali spunti di valutazione possa offrire l'esperienza giuridica romana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/726956
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact