Contro una certa vulgata, che vuole Beccaria il campione dello Stato di diritto, si vuole mostrare in questo lavoro il senso e la portata dell'adesione dell'intellettuale alla filosofia ultilitarista. Motivato in senso empirico, Beccaria si situa in una linea opposta da quella delineata sull'asse Kant-Rousseau, dalla quale trae linfa teorica lo Stato di diritto, così come lo conosciamo.

Cesare Beccaria e il "progetto giuridico della modernità"

Vincenzo Rapone
2018

Abstract

Contro una certa vulgata, che vuole Beccaria il campione dello Stato di diritto, si vuole mostrare in questo lavoro il senso e la portata dell'adesione dell'intellettuale alla filosofia ultilitarista. Motivato in senso empirico, Beccaria si situa in una linea opposta da quella delineata sull'asse Kant-Rousseau, dalla quale trae linfa teorica lo Stato di diritto, così come lo conosciamo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/718100
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact