Per la maggior parte delle persone lo sport rappresenta un’attività ricreativa, da vivere in prima persona nel tempo libero o in qualità di spettatori, ma per un gruppo ristretto di partecipanti è una professione ed una fonte di reddito. Le tematiche relative all’omofobia nello sport rivestono un particolare interesse per la forte influenza mediatica che lo sport esercita nella nostra società. Per milioni di persone molti atleti rappresentano dei modelli di vita da imitare e, quando atleti famosi esprimono idee omofobiche, possono inculcare sentimenti omofobici ai loro fan, con una risonanza che supera i confini geografici. Inoltre, molti bambini ed adolescenti che praticano sport ricreativo o agonistico, come il calcio, la pallacanestro o il rugby, possono essere influenzati dalle attitudini omofobiche dei loro allenatori, in un momento particolare della loro crescita personale. Infine, omofobia e discriminazione hanno un impatto negativo su atleti ed allenatori omosessuali, che vivono nel timore di essere “scoperti”, rischiando l’esclusione dalle attività ricreative o, ancor peggio, lavorative.

I valori e le contraddizioni dello sport

Valerio Giuliana;Picariello Simona;Scandurra Cristiano
2016

Abstract

Per la maggior parte delle persone lo sport rappresenta un’attività ricreativa, da vivere in prima persona nel tempo libero o in qualità di spettatori, ma per un gruppo ristretto di partecipanti è una professione ed una fonte di reddito. Le tematiche relative all’omofobia nello sport rivestono un particolare interesse per la forte influenza mediatica che lo sport esercita nella nostra società. Per milioni di persone molti atleti rappresentano dei modelli di vita da imitare e, quando atleti famosi esprimono idee omofobiche, possono inculcare sentimenti omofobici ai loro fan, con una risonanza che supera i confini geografici. Inoltre, molti bambini ed adolescenti che praticano sport ricreativo o agonistico, come il calcio, la pallacanestro o il rugby, possono essere influenzati dalle attitudini omofobiche dei loro allenatori, in un momento particolare della loro crescita personale. Infine, omofobia e discriminazione hanno un impatto negativo su atleti ed allenatori omosessuali, che vivono nel timore di essere “scoperti”, rischiando l’esclusione dalle attività ricreative o, ancor peggio, lavorative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/698342
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact