Il contributo si propone di delineare le principali dinamiche dell’industria farmaceutica mondiale, attualmente interessata da una serie di rilevanti trasformazioni, legate soprattutto alle scadenze brevettuali e al calo della produttività del settore R&S. Nel panorama attuale, Stati Uniti ed Europa esercitano ancora una forte leadership, sia dal punto di vista del mercato che della capacità innovativa. Analizzando le nuove dinamiche del settore si evidenzia tuttavia una nuova geografia nella produzione, negli investimenti e nei consumi di farmaci. La crescita demografica e le migliori condizioni economiche fanno crescere la domanda di salute nelle economie emergenti, mentre nei Paesi sviluppati questa stessa rallenta, risentendo delle politiche di contenimento dei costi. Lo spostamento della domanda determina una redistribuzione a livello globale della capacità produttiva e una crescita della competizione tra le economie avanzate per consolidare e attrarre investimenti. Nuove prospettive si aprono per le Big Pharma, che dovranno prepararsi a subire la competizione di aziende provenienti da Cina, India, Corea, Brasile. La partita più importante si giocherà soprattutto sul fronte dell’innovazione. In tal senso, localizzare i propri centri di R&S nei nuovi hotspot globali dell’innovazione costituirà sicuramente un fattore chiave.

Lo scenario internazionale dell’industria farmaceutica.

SIMONETTI, LUCIA
2016

Abstract

Il contributo si propone di delineare le principali dinamiche dell’industria farmaceutica mondiale, attualmente interessata da una serie di rilevanti trasformazioni, legate soprattutto alle scadenze brevettuali e al calo della produttività del settore R&S. Nel panorama attuale, Stati Uniti ed Europa esercitano ancora una forte leadership, sia dal punto di vista del mercato che della capacità innovativa. Analizzando le nuove dinamiche del settore si evidenzia tuttavia una nuova geografia nella produzione, negli investimenti e nei consumi di farmaci. La crescita demografica e le migliori condizioni economiche fanno crescere la domanda di salute nelle economie emergenti, mentre nei Paesi sviluppati questa stessa rallenta, risentendo delle politiche di contenimento dei costi. Lo spostamento della domanda determina una redistribuzione a livello globale della capacità produttiva e una crescita della competizione tra le economie avanzate per consolidare e attrarre investimenti. Nuove prospettive si aprono per le Big Pharma, che dovranno prepararsi a subire la competizione di aziende provenienti da Cina, India, Corea, Brasile. La partita più importante si giocherà soprattutto sul fronte dell’innovazione. In tal senso, localizzare i propri centri di R&S nei nuovi hotspot globali dell’innovazione costituirà sicuramente un fattore chiave.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Farmaceutico Simonetti DEf.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.9 MB
Formato Adobe PDF
1.9 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/662512
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact