Bloch e il futuro della dignità umana