Napoli e l'arte di dis-abilitarsi