I mille colori del ‘diritto umano’