Il contributo analizza la pronunzia della Corte Costituzionale n.118 del 2015 in tema di tariffe dei serivzi idrici. In particolare, partendo dall'annosa questione delle modalità di gestione dei servizi pubblici locali evidenzia l'importanza di una rinnovata sensibilità del legislatore verso il tema, soprattutto al fine di assicurare la fruibilità generalizzata del servizio. Si evidenzia, inoltre, la necessisità di un intervento del legislatore nei prossimi mesi per un ’defini-tivo’ riordino della materia, che non tradisca la volontà popolare .

La gestione del servizio idrico e la determinazione delle tariffe tra riparto delle competenze legislative e incertezze normative

LUCARELLI, ALBERTO;LONGHI, LUCA
2015

Abstract

Il contributo analizza la pronunzia della Corte Costituzionale n.118 del 2015 in tema di tariffe dei serivzi idrici. In particolare, partendo dall'annosa questione delle modalità di gestione dei servizi pubblici locali evidenzia l'importanza di una rinnovata sensibilità del legislatore verso il tema, soprattutto al fine di assicurare la fruibilità generalizzata del servizio. Si evidenzia, inoltre, la necessisità di un intervento del legislatore nei prossimi mesi per un ’defini-tivo’ riordino della materia, che non tradisca la volontà popolare .
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Alberto Lucarelli e Luca Longhi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 124.57 kB
Formato Adobe PDF
124.57 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/612925
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact