Il saggio presenta i risultati dell???analisi delle principali vicende storiche dell???Alfa Romeo dai primi anni Trenta a fine anni Ottanta del Novecento. Il lavoro utilizza un approccio multidisciplinare, adottando categorie analitiche provenienti dalla storia economica, dagli studi manageriali e dalla sociologia economica. Dal punto di vista temporale, pur ricostruendo l???intera parabola storica della gestione IRI dell???Alfa Romeo, si dedica maggiore spazio alle vicende del secondo dopoguerra fino alla cessione alla Fiat, cioè al periodo nel quale la produzione automobilistica assume centralità produttiva e strategica nell???Alfa Romeo e nella Finmeccanica. La base empirica dello studio è rappresentata in larga misura dai documenti di programmazione del Gruppo Alfa Romeo e dalla connessa documentazione realizzata dalle strutture della Finmeccanica e dell???IRI disponibili presso l???Archivio Storico IRI. La redazione del saggio ha seguito due criteri: un primo criterio cronologico in base al quale sono state individuate sei fasi nella storia dell???Alfa Romeo a partecipazione pubblica, e un secondo criterio tematico che ha consentito di individuare all???interno di ogni periodi alcune questioni centrali o per la scelte strategiche aziendali, o per l???evoluzione dell'industria dell???auto nazionale. Il secondo capitolo, pertanto, focalizzato sul periodo 1933-1952, si concentra sulle condizioni storiche che portarono alla valorizzazione del marchio Alfa dopo il passaggio del controllo all???IRI. Il capitolo successivo riguarda gli anni 1953-1967, il periodo di affermazione della produzione Alfa Romeo nel segmento medio-alto di mercato e di avvio dell???espansione produttiva di fronte alla motorizzazione di massa. Il capitolo quattro, concentrato sul periodo 1967-1972, è dedicato al progetto Alfasud e alle questioni che l???investimento nel Mezzogiorno sollevava in relazione sia alla questione dello sviluppo territoriale, sia ai rapporti con la Fiat. Il capitolo cinque, dedicato agli anni 1973-1977, analizza le trasformazioni strutturali del settore dell???auto e le reazioni dell???Alfa Romeo alle criticità legate in particolare alla conflittualità operaia, alla perdita di produttività e alla trasformazione della domanda di mercato. Il capitolo sei, si sofferma sul periodo 1978-1985, analizzando, in chiave comparativa, le scelte di ristrutturazione e i piani di sviluppo aziendale, con particolare riguardo al dibattito sull???organizzazione del lavoro, da un lato, e le collaborazioni industriali dall???altro. Il capitolo sette, infine, si concentra sugli anni 1986-1990, sulla vendita dell???Alfa Romeo alla Fiat e sulle implicazioni industriali di questa scelta che sono poi riprese nel capitolo conclusivo.

L'Alfa Romeo e l'industria dell'auto in Italia

PIRONE, FRANCESCO;
2015

Abstract

Il saggio presenta i risultati dell???analisi delle principali vicende storiche dell???Alfa Romeo dai primi anni Trenta a fine anni Ottanta del Novecento. Il lavoro utilizza un approccio multidisciplinare, adottando categorie analitiche provenienti dalla storia economica, dagli studi manageriali e dalla sociologia economica. Dal punto di vista temporale, pur ricostruendo l???intera parabola storica della gestione IRI dell???Alfa Romeo, si dedica maggiore spazio alle vicende del secondo dopoguerra fino alla cessione alla Fiat, cioè al periodo nel quale la produzione automobilistica assume centralità produttiva e strategica nell???Alfa Romeo e nella Finmeccanica. La base empirica dello studio è rappresentata in larga misura dai documenti di programmazione del Gruppo Alfa Romeo e dalla connessa documentazione realizzata dalle strutture della Finmeccanica e dell???IRI disponibili presso l???Archivio Storico IRI. La redazione del saggio ha seguito due criteri: un primo criterio cronologico in base al quale sono state individuate sei fasi nella storia dell???Alfa Romeo a partecipazione pubblica, e un secondo criterio tematico che ha consentito di individuare all???interno di ogni periodi alcune questioni centrali o per la scelte strategiche aziendali, o per l???evoluzione dell'industria dell???auto nazionale. Il secondo capitolo, pertanto, focalizzato sul periodo 1933-1952, si concentra sulle condizioni storiche che portarono alla valorizzazione del marchio Alfa dopo il passaggio del controllo all???IRI. Il capitolo successivo riguarda gli anni 1953-1967, il periodo di affermazione della produzione Alfa Romeo nel segmento medio-alto di mercato e di avvio dell???espansione produttiva di fronte alla motorizzazione di massa. Il capitolo quattro, concentrato sul periodo 1967-1972, è dedicato al progetto Alfasud e alle questioni che l???investimento nel Mezzogiorno sollevava in relazione sia alla questione dello sviluppo territoriale, sia ai rapporti con la Fiat. Il capitolo cinque, dedicato agli anni 1973-1977, analizza le trasformazioni strutturali del settore dell???auto e le reazioni dell???Alfa Romeo alle criticità legate in particolare alla conflittualità operaia, alla perdita di produttività e alla trasformazione della domanda di mercato. Il capitolo sei, si sofferma sul periodo 1978-1985, analizzando, in chiave comparativa, le scelte di ristrutturazione e i piani di sviluppo aziendale, con particolare riguardo al dibattito sull???organizzazione del lavoro, da un lato, e le collaborazioni industriali dall???altro. Il capitolo sette, infine, si concentra sugli anni 1986-1990, sulla vendita dell???Alfa Romeo alla Fiat e sulle implicazioni industriali di questa scelta che sono poi riprese nel capitolo conclusivo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/597141
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact