Il presente contributo si inserisce nell’ambito di una ricerca-intervento finalizzata a svolgere attività di orientamento con ragazzi che hanno abbandonato la scuola e sono coinvolti in percorsi denominati di “obbligo formativo”. L’articolo 68 della legge 144/99 ha introdotto, nel panorama formativo italiano, l’obbligo di frequenza di attività formative fino al compimento del diciottesimo anno d’età. A partire dai risultati emersi da un precedente lavoro (Menna, 2004), scopo specifico del presente contributo è l’approfondimento della dimensione dello scarso ricorso al sostegno sociale da parte degli adolescenti drop-out. I soggetti che hanno partecipato alla ricerca sono 82 soggetti, inseriti nei corsi di obbligo formativo, di età compresa tra i 14 e 16 anni. Abbiamo utilizzato la tecnica del focus-group, al fine di sviluppare ipotesi esplicative maggiormente radicate nella concreta esperienza di questi adolescenti, valorizzando il processo di costruzione soggettiva dell’esperienza problematica. Dall’analisi del contenuto dei testi, attraverso l’utilizzo del software Nudist, è emersa una struttura categoriale che evidenzia, tra l’altro, la difficoltà ad affidarsi, i costi relativi alla richiesta di supporto, l’importanza del ruolo del tutor. Sono state elaborate concrete proposte applicative per favorire un’ottimizzazione delle risorse contestuali presenti all’interno dell’organizzazione di tali corsi.

Adolescenti in obbligo formativo: strategie di coping e sostegno sociale

MENNA, PALMA
2010

Abstract

Il presente contributo si inserisce nell’ambito di una ricerca-intervento finalizzata a svolgere attività di orientamento con ragazzi che hanno abbandonato la scuola e sono coinvolti in percorsi denominati di “obbligo formativo”. L’articolo 68 della legge 144/99 ha introdotto, nel panorama formativo italiano, l’obbligo di frequenza di attività formative fino al compimento del diciottesimo anno d’età. A partire dai risultati emersi da un precedente lavoro (Menna, 2004), scopo specifico del presente contributo è l’approfondimento della dimensione dello scarso ricorso al sostegno sociale da parte degli adolescenti drop-out. I soggetti che hanno partecipato alla ricerca sono 82 soggetti, inseriti nei corsi di obbligo formativo, di età compresa tra i 14 e 16 anni. Abbiamo utilizzato la tecnica del focus-group, al fine di sviluppare ipotesi esplicative maggiormente radicate nella concreta esperienza di questi adolescenti, valorizzando il processo di costruzione soggettiva dell’esperienza problematica. Dall’analisi del contenuto dei testi, attraverso l’utilizzo del software Nudist, è emersa una struttura categoriale che evidenzia, tra l’altro, la difficoltà ad affidarsi, i costi relativi alla richiesta di supporto, l’importanza del ruolo del tutor. Sono state elaborate concrete proposte applicative per favorire un’ottimizzazione delle risorse contestuali presenti all’interno dell’organizzazione di tali corsi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/519233
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact