Spazio e soggettività: per una filosofia dell'architettura in Essere e tempo di Martin Heidegger