La Repubblica una e "divisibile"