Sulla concezione del medico pepaideumenos in Galeno e nel Tatdoantico