La maschera del silenzio. La parola muta e lo spazio dell'attore ne "Gli esami non finiscono mai".