G. FERRONI, IL COMICO NELLE TEORIE CONTEMPORANEE