Il saggio delinea la storia dell'arte napoletana dagli anni '60 dell'800 alla prima Guerra mondiale. Utilizzando documenti inediti e ricerche sulla stampa quotidiana e periodica si cerca di mettere a fuoco il reiterato tentativo degli artisti napoletani di creare momenti associativi, a partire dalla Società Promotrice di Belle Arti fino al Circolo Artistico Politecnico, fondato dal principe di Sirignano negli anni in cui era a Napoli Gabriele D'Annunzio. Il saggio affronta anche il tema della scultura, il passaggio dal realismo al simbolismo e la ripresa a fine secolo delle arti decorative.

Le arti figurative. Il Circolo artistico e le arti a Napoli fra Ottocento e Novecento

PICONE, MARIANTONIETTA
1992

Abstract

Il saggio delinea la storia dell'arte napoletana dagli anni '60 dell'800 alla prima Guerra mondiale. Utilizzando documenti inediti e ricerche sulla stampa quotidiana e periodica si cerca di mettere a fuoco il reiterato tentativo degli artisti napoletani di creare momenti associativi, a partire dalla Società Promotrice di Belle Arti fino al Circolo Artistico Politecnico, fondato dal principe di Sirignano negli anni in cui era a Napoli Gabriele D'Annunzio. Il saggio affronta anche il tema della scultura, il passaggio dal realismo al simbolismo e la ripresa a fine secolo delle arti decorative.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/465047
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact