Si tratta di un commento analitico e critico alle disposizioni del codice penale in materia di furto, in cui si ricostruisce in una prospettiva diacronica la loro progressiva e continua evoluzione e si affrontano tutti i problemi da esse sollevati. Una particolare attenzione è dedicata, da un lato, alla trattazione del complesso dibattito dottrinale esistente attorno a queste fattispecie incriminatrici e, dall'altro, alla analisi dei più recenti orientamenti giurisprudenziali che ne hanno definito in concreto l'ambito di operatività.

Furto (art. 624 c.p.)

AMARELLI, GIUSEPPE
2010

Abstract

Si tratta di un commento analitico e critico alle disposizioni del codice penale in materia di furto, in cui si ricostruisce in una prospettiva diacronica la loro progressiva e continua evoluzione e si affrontano tutti i problemi da esse sollevati. Una particolare attenzione è dedicata, da un lato, alla trattazione del complesso dibattito dottrinale esistente attorno a queste fattispecie incriminatrici e, dall'altro, alla analisi dei più recenti orientamenti giurisprudenziali che ne hanno definito in concreto l'ambito di operatività.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2010 art. 624.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 261.71 kB
Formato Adobe PDF
261.71 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/381143
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact