Una retrospettiva per il progetto contemporaneo