L’obiettivo del presente progetto di ricerca è lo sviluppo e la a messa a punto di metodologie sperimentali per l’osservazione e la valutazione degli scambi di massa (acqua, CO2) ed energia (radiazione solare) nelle principali tipologie di colture arboree presenti in ambiente mediterraneo. Le colture arboree rappresentano uno dei sistemi agrari più diffusi nelle regioni del Mediterraneo ed occupano un ruolo di rilievo nella produzione del settore primario dei Paesi interessati. Accanto all’importanza economica di queste produzioni, colture quali olivo, agrumi e vite rappresentano un elemento di forte peculiarità del paesaggio mediterraneo, recentemente rivalutati con forza alla luce delle indicazioni del protocollo di Kyoto per la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera. Un aspetto di fondamentale importanza per la sostenibilità di questi sistemi colturali è costituito dalla gestione delle risorse idriche ad essi destinate, in aree caratterizzate da condizioni di crescente aridità. Negli ultimi anni si è assistito ad un notevole progresso di conoscenza sull’evoluzione dei processi evapotraspirativi delle colture, e sono stati messi a punto modelli e tecniche di misura in grado di descrivere con notevole accuratezza i meccanismi di scambio di massa ed energia nel sistema continuo suolo-pianta-atmosfera. Tuttavia, nell’ambito delle colture arboree, la complessità degli apparati radicali e delle parti aeree richiede ulteriori approfondimenti nello studio dei processi che regolano i processi evapotraspirativi, in special modo in condizioni di stress idrico. Nell’ambito di questo progetto, attraverso un approccio di tipo interdisciplinare, verranno messe a punto e testate diverse metodologie per la misura dei flussi evapotraspirativi a partire dai meccanismi di trasporto interni alla pianta fino agli scambi con l’atmosfera. Verrà valutato l’impiego di tecniche innovative sia da telerilevamento (mediante sensori multi-spettrali montati su piattaforme e/o aerei) che in-situ (flusso linfatico, metodi micro-meteorologici per il bilancio energetico superficiale). Queste sperimentazioni, che verranno condotte in due areali siciliani di peculiare interesse per il settore (agrumicoltura nella Piana di Catania ed olivo-viticoltura nella Sicilia sud-occidentale), consentiranno, inoltre, la validazione di approcci di tipo modellistico. I risultati delle ricerche condotte nell’ambito del progetto consentiranno quindi di individuare le tecniche più idonee per una corretta gestione delle risorse idriche in condizioni di limitate disponibilità.

VALUTAZIONE DEGLI SCAMBI DI MASSA E DI ENERGIA PER LA GESTIONE IRRIGUA DI COLTURE ARBOREE IN AMBIENTE MEDITERRANEO

D'URSO, GUIDO
2010

Abstract

L’obiettivo del presente progetto di ricerca è lo sviluppo e la a messa a punto di metodologie sperimentali per l’osservazione e la valutazione degli scambi di massa (acqua, CO2) ed energia (radiazione solare) nelle principali tipologie di colture arboree presenti in ambiente mediterraneo. Le colture arboree rappresentano uno dei sistemi agrari più diffusi nelle regioni del Mediterraneo ed occupano un ruolo di rilievo nella produzione del settore primario dei Paesi interessati. Accanto all’importanza economica di queste produzioni, colture quali olivo, agrumi e vite rappresentano un elemento di forte peculiarità del paesaggio mediterraneo, recentemente rivalutati con forza alla luce delle indicazioni del protocollo di Kyoto per la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera. Un aspetto di fondamentale importanza per la sostenibilità di questi sistemi colturali è costituito dalla gestione delle risorse idriche ad essi destinate, in aree caratterizzate da condizioni di crescente aridità. Negli ultimi anni si è assistito ad un notevole progresso di conoscenza sull’evoluzione dei processi evapotraspirativi delle colture, e sono stati messi a punto modelli e tecniche di misura in grado di descrivere con notevole accuratezza i meccanismi di scambio di massa ed energia nel sistema continuo suolo-pianta-atmosfera. Tuttavia, nell’ambito delle colture arboree, la complessità degli apparati radicali e delle parti aeree richiede ulteriori approfondimenti nello studio dei processi che regolano i processi evapotraspirativi, in special modo in condizioni di stress idrico. Nell’ambito di questo progetto, attraverso un approccio di tipo interdisciplinare, verranno messe a punto e testate diverse metodologie per la misura dei flussi evapotraspirativi a partire dai meccanismi di trasporto interni alla pianta fino agli scambi con l’atmosfera. Verrà valutato l’impiego di tecniche innovative sia da telerilevamento (mediante sensori multi-spettrali montati su piattaforme e/o aerei) che in-situ (flusso linfatico, metodi micro-meteorologici per il bilancio energetico superficiale). Queste sperimentazioni, che verranno condotte in due areali siciliani di peculiare interesse per il settore (agrumicoltura nella Piana di Catania ed olivo-viticoltura nella Sicilia sud-occidentale), consentiranno, inoltre, la validazione di approcci di tipo modellistico. I risultati delle ricerche condotte nell’ambito del progetto consentiranno quindi di individuare le tecniche più idonee per una corretta gestione delle risorse idriche in condizioni di limitate disponibilità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/379002
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact