Alcune osservazioni di Textkritik alle edizioni di Adamo di Brema