Le radici dell' "umano" nella filosofia dell'assurdo di A. Camus e nella dottrina dell' "esperienza giuridica" di G. Capograssi si rinvengono nel loro comune anti-formalismo e anti-positivismo e nello spontaneismo dell'azione che deve 'rivoltare' se stessa e la prassi circostante nella ricerca costante dei nessi tra l'originalità della vita individuale e la socialità delle relazioni umane e comunitarie, evitando che l'una possa imporsi a detrimento dell'altra. La misura di tale ricerca assume le forme della rivolta della prassi che ha come fine la solidarietà umana e il diritto.

La logica dell'assurdo di Albert Camus e la filosofia dell'esperienza giuridica di Giuseppe Capograssi: la 'rivolta' della prassi e i suoi limiti

SAVONA, PIER FRANCESCO
2009

Abstract

Le radici dell' "umano" nella filosofia dell'assurdo di A. Camus e nella dottrina dell' "esperienza giuridica" di G. Capograssi si rinvengono nel loro comune anti-formalismo e anti-positivismo e nello spontaneismo dell'azione che deve 'rivoltare' se stessa e la prassi circostante nella ricerca costante dei nessi tra l'originalità della vita individuale e la socialità delle relazioni umane e comunitarie, evitando che l'una possa imporsi a detrimento dell'altra. La misura di tale ricerca assume le forme della rivolta della prassi che ha come fine la solidarietà umana e il diritto.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
savona - diritto di parola.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 3.26 MB
Formato Adobe PDF
3.26 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/369666
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact