I primi anni del XIX secolo segnano un svolta per l'architettura teatrale tedesca e gli studi dell'acustica ricevono particolare impulso anche a causa del "caso" del Nationaltheater di Berlino, da più parti letto come un fallimento. Il dibattito sull'acustica si arricchisce notevolmente e muta l'approccio degli architetti, che diviene sempre più "scientifico", in un processo che condurrà agli esiti dello Schauspielhaus di Schinkel, con cui si apre una nuova stagione dell'architettura teatrale.

L’acustica nell’architettura teatrale al principio del XIX secolo: dal Nationaltheater allo Schauspielhaus di Berlino

MAGLIO, ANDREA
2010

Abstract

I primi anni del XIX secolo segnano un svolta per l'architettura teatrale tedesca e gli studi dell'acustica ricevono particolare impulso anche a causa del "caso" del Nationaltheater di Berlino, da più parti letto come un fallimento. Il dibattito sull'acustica si arricchisce notevolmente e muta l'approccio degli architetti, che diviene sempre più "scientifico", in un processo che condurrà agli esiti dello Schauspielhaus di Schinkel, con cui si apre una nuova stagione dell'architettura teatrale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/365597
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact