L'ammissibilità della nomina di consulenti di parte nel procedimento per controllo giudiziario nella s.p.a. viene ad essere sostenuta sulla base della necessità di proteggere l'interesse dei soci di minoranza all'accertamento delle irregolarità denunciate di fronte al rischio della copertura dell'illecito gestorio da parte della maggioranza dei soci che è la stessa che ha nominato l'organo di amministrazione.

sull'ammissibilità della nomina di consulenti di parte nel procedimento per controllo giudiziario

DORIA, GIUSEPPE
2001

Abstract

L'ammissibilità della nomina di consulenti di parte nel procedimento per controllo giudiziario nella s.p.a. viene ad essere sostenuta sulla base della necessità di proteggere l'interesse dei soci di minoranza all'accertamento delle irregolarità denunciate di fronte al rischio della copertura dell'illecito gestorio da parte della maggioranza dei soci che è la stessa che ha nominato l'organo di amministrazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/365249
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact