I doveri richiamati dall'art. 2392 c.c. prescindono dalla presenza di una delibera di nomina dell'organo, in quanto si riferiscono a chiunque eserciti in fatto le funzioni di amministrazione della società. L'applicazione dell'art.2392 c.c. si rivela così utile tecnica sanzionatoria per coinvolgere nella responsabilità gestoria il soggetto che eserciti effettivamente le funzioni di amministrazione, che può anche essere rappresentato dal socio di controllo.

l'amministratore di fatto nel fallimento delle società di capitali

DORIA, GIUSEPPE
1999

Abstract

I doveri richiamati dall'art. 2392 c.c. prescindono dalla presenza di una delibera di nomina dell'organo, in quanto si riferiscono a chiunque eserciti in fatto le funzioni di amministrazione della società. L'applicazione dell'art.2392 c.c. si rivela così utile tecnica sanzionatoria per coinvolgere nella responsabilità gestoria il soggetto che eserciti effettivamente le funzioni di amministrazione, che può anche essere rappresentato dal socio di controllo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/365243
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact