L’attitudine alla coagulazione del latte attualmente è stimata in base ad algoritmi che necessitano di essere rivisti ed aggiornati. La conoscenza delle interazioni tra management genoma e e resa casearia consentirà una valutazione sicuramente più precisa del merito dei soggetti. La caratterizzazione genetica attraverso l’applicazione delle tecniche di biologia molecolare (es. PCR, sequenziamento…) potrebbe fornire uno strumento valido per la selezione di animali che producano un latte con caratteristiche tecnologiche sempre più idonee a soddisfare le richieste del mercato, con ripercussioni positive sul miglioramento produttivo della specie ed, in ultima analisi, sull’economia dell’intero comparto. L’impiego della produzione embrionale in vitro a partire da oociti recuperati in vivo da donatrici selezionate consentirà di unire il vantaggio derivante dalla selezione effettuata per via paterna a quello che deriva dalla massimizzazione del contributo materno, permettendo di accelerare il processo selettivo attraverso la riduzione dell’intervallo generazionale.

Verifica del rapporto tra PKM e resa al caseificio nella valutazione della bufala da latte

DI PALO, ROSSELLA
2006

Abstract

L’attitudine alla coagulazione del latte attualmente è stimata in base ad algoritmi che necessitano di essere rivisti ed aggiornati. La conoscenza delle interazioni tra management genoma e e resa casearia consentirà una valutazione sicuramente più precisa del merito dei soggetti. La caratterizzazione genetica attraverso l’applicazione delle tecniche di biologia molecolare (es. PCR, sequenziamento…) potrebbe fornire uno strumento valido per la selezione di animali che producano un latte con caratteristiche tecnologiche sempre più idonee a soddisfare le richieste del mercato, con ripercussioni positive sul miglioramento produttivo della specie ed, in ultima analisi, sull’economia dell’intero comparto. L’impiego della produzione embrionale in vitro a partire da oociti recuperati in vivo da donatrici selezionate consentirà di unire il vantaggio derivante dalla selezione effettuata per via paterna a quello che deriva dalla massimizzazione del contributo materno, permettendo di accelerare il processo selettivo attraverso la riduzione dell’intervallo generazionale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/361906
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact