In questo contributo intendo delineare un quadro delle concezioni dell'attività traduttiva nel medioevo germanico e delle teorie della traduzioni ad esse sottostanti. In particolare sulla base delle prefazioni che accompagnano i testi (p.es. la versione ia. del De consolatione Philosophiae o dei Soliloquia) o di lettere che trattano la questione della traduzione (p.es. Notker a Ugo di Sitten, la lettera-prefazione alla Cura Pastoralis, ma anche la risposta di san Gerolamo a Sunnia e Fretela) analizzo gli obiettivi dei traduttori, la loro relazione con il testo di partenza, con quello di arrivo e con la loro lingua materna.

Traduttori e interpreti: posizioni traduttologiche nel medioevo germanico

LEONARDI, SIMONA
2009

Abstract

In questo contributo intendo delineare un quadro delle concezioni dell'attività traduttiva nel medioevo germanico e delle teorie della traduzioni ad esse sottostanti. In particolare sulla base delle prefazioni che accompagnano i testi (p.es. la versione ia. del De consolatione Philosophiae o dei Soliloquia) o di lettere che trattano la questione della traduzione (p.es. Notker a Ugo di Sitten, la lettera-prefazione alla Cura Pastoralis, ma anche la risposta di san Gerolamo a Sunnia e Fretela) analizzo gli obiettivi dei traduttori, la loro relazione con il testo di partenza, con quello di arrivo e con la loro lingua materna.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/355880
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact