I paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo, caratterizzati da un sistema di offerta e di domanda assai diversificato tra di loro, si trovano ad un punto di svolta della propria evoluzione di prodotto turistico: rilanciarsi ed affermarsi come destinazione nel “grande mercato” o restare ancorati ad un bacino consolidato che nella storia passata e recente ha, comunque, consentito lo sviluppo di un'imprenditoralità turistica. Le risorse di base soprattutto naturali, culturali, tradizionali, certamente non mancano e configurano un patrimonio che, se adeguatamente valorizzato e potenziato, può consentire al settore di crescere in qualità e in quantità più di quanto non sia stato finora. In questo processo, il Patrimonio Culturale, attrattore e volano di sviluppo per i settori del turismo culturale di qualità e dell'industria culturale, può effettivamente contribuire alla crescita ed allo sviluppo anche di quelle aree a ridotta vocazione turistica attraverso la sua capacità di rafforzare i processi di identità culturale (qualità della vita dei residenti, innalzamento ed estensione del mercato culturale..), di sostenere processi di sviluppo di flussi qualificati di turismo culturale e di promuovere lo sviluppo socio-economico locale (benefici lungo termine = rilevanza economica dell'indotto).Le potenzialità di crescita determinata dal richiamo culturale, appare quindi ormai un dato certo E' evidente tuttavia, che congiuntamente al progetto di valorizzazione sia necessario programmare il territorio in termini di trasporti, ospitalità, valorizzazione delle specificità territoriali e servizi.Un contributo a tale evoluzione dello sviluppo può certamente essere offerta da una delle più dinamiche componenti del turismo marino, il crocierismo che, proprio per trend evolutivo e per diffusione geografica, si colloca all'interno del comparto tra quelle attività che maggiormente richiamano l'attenzione di una sempre maggiore quota di domanda turistica.

Il crocierismo nel bacino del Mediterraneo. Tra loisir e cultura.

D. La Foresta
;
2007

Abstract

I paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo, caratterizzati da un sistema di offerta e di domanda assai diversificato tra di loro, si trovano ad un punto di svolta della propria evoluzione di prodotto turistico: rilanciarsi ed affermarsi come destinazione nel “grande mercato” o restare ancorati ad un bacino consolidato che nella storia passata e recente ha, comunque, consentito lo sviluppo di un'imprenditoralità turistica. Le risorse di base soprattutto naturali, culturali, tradizionali, certamente non mancano e configurano un patrimonio che, se adeguatamente valorizzato e potenziato, può consentire al settore di crescere in qualità e in quantità più di quanto non sia stato finora. In questo processo, il Patrimonio Culturale, attrattore e volano di sviluppo per i settori del turismo culturale di qualità e dell'industria culturale, può effettivamente contribuire alla crescita ed allo sviluppo anche di quelle aree a ridotta vocazione turistica attraverso la sua capacità di rafforzare i processi di identità culturale (qualità della vita dei residenti, innalzamento ed estensione del mercato culturale..), di sostenere processi di sviluppo di flussi qualificati di turismo culturale e di promuovere lo sviluppo socio-economico locale (benefici lungo termine = rilevanza economica dell'indotto).Le potenzialità di crescita determinata dal richiamo culturale, appare quindi ormai un dato certo E' evidente tuttavia, che congiuntamente al progetto di valorizzazione sia necessario programmare il territorio in termini di trasporti, ospitalità, valorizzazione delle specificità territoriali e servizi.Un contributo a tale evoluzione dello sviluppo può certamente essere offerta da una delle più dinamiche componenti del turismo marino, il crocierismo che, proprio per trend evolutivo e per diffusione geografica, si colloca all'interno del comparto tra quelle attività che maggiormente richiamano l'attenzione di una sempre maggiore quota di domanda turistica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/332403
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact