Obiettivo del programma di ricerca è quello di realizzare strumenti per la formazione di basi informative real-time sulle condizioni di funzionamento dei sistemi stradali urbani. Esse non devono intendersi direttamente finalizzate ad operazioni di controllo dell'offerta (tipicamente problemi di ottimizzazione), quanto piuttosto propedeutiche ad altre applicazioni di tipo ITS (Intelligent Transportation Systems), segnatamente quelle di informazione dinamica all’utenza. Si sono sperimentate le possibilità offerte, in un contesto in cui sia disponibile un sistema di monitoraggio (in tempo reale) di un sistema stradale. Da esso si sono tratte le “variabili osservate” del sistema in base alla quale ricostruire le “variabili di stato”. L’insieme dei dispositivi di monitoraggio è un mix di tecniche e di dispositivi di tipo fisso (telecamere, sistemi radar, sensori tradizionali). Accanto a tali fonti di informazioni, già di per loro eterogenee, si è indagata la possibilità di utilizzare come veicoli-sonda (in grado di rilevare le condizioni di deflusso delle correnti veicolari in cui sono inseriti) autovetture circolanti nel sistema stradale e dotate di dispositivi commerciali per la navigazione basati su sistemi di posizionamento satellitare (GPS). Per tali scopi si è attrezzato un campo sperimentale simulato, non essendone disponibili in Italia di “reali” in cui i dispositivi di monitoraggio siano ad oggi compiutamente disponibili. Il campo sperimentale simulato ha permesso: una estensione spaziale significativa del sistema oggetto di studio; modalità di rilievo dei dati in tempo reale e continuativamente nel tempo; l’utilizzo di un assortimento di dispositivi e tecnologie di monitoraggio atti a fornire una tipologia ricca e diversificata di informazioni; una disseminazione sufficiente delle fonti di monitoraggio, che non siano asservite e concentrate, ad esempio, su particolari corridoi. La ricerca si è posta, dunque, come obiettivo preliminare quello di sviluppare un ambiente sperimentale “di laboratorio” all’interno del quale ottenere in maniera economica le “variabili osservate”. A tale scopo è stato necessario ricorrere ad un sistema organico di modelli di simulazione. Dato il tipo di applicazione, inoltre, tale sistema di modelli è stato caratterizzato da un punto di vista dinamico. La piattaforma realizzata ha permesso di indagare la possibilità di utilizzare basi informative dinamiche per fornire informazioni agli utenti del sistema di trasporto.

I Sistemi stradali di Trasporto nella società dell'informazione: monitoraggio, simulazione e predisposizione di basi informative dinamiche

BIFULCO, GENNARO NICOLA
2002

Abstract

Obiettivo del programma di ricerca è quello di realizzare strumenti per la formazione di basi informative real-time sulle condizioni di funzionamento dei sistemi stradali urbani. Esse non devono intendersi direttamente finalizzate ad operazioni di controllo dell'offerta (tipicamente problemi di ottimizzazione), quanto piuttosto propedeutiche ad altre applicazioni di tipo ITS (Intelligent Transportation Systems), segnatamente quelle di informazione dinamica all’utenza. Si sono sperimentate le possibilità offerte, in un contesto in cui sia disponibile un sistema di monitoraggio (in tempo reale) di un sistema stradale. Da esso si sono tratte le “variabili osservate” del sistema in base alla quale ricostruire le “variabili di stato”. L’insieme dei dispositivi di monitoraggio è un mix di tecniche e di dispositivi di tipo fisso (telecamere, sistemi radar, sensori tradizionali). Accanto a tali fonti di informazioni, già di per loro eterogenee, si è indagata la possibilità di utilizzare come veicoli-sonda (in grado di rilevare le condizioni di deflusso delle correnti veicolari in cui sono inseriti) autovetture circolanti nel sistema stradale e dotate di dispositivi commerciali per la navigazione basati su sistemi di posizionamento satellitare (GPS). Per tali scopi si è attrezzato un campo sperimentale simulato, non essendone disponibili in Italia di “reali” in cui i dispositivi di monitoraggio siano ad oggi compiutamente disponibili. Il campo sperimentale simulato ha permesso: una estensione spaziale significativa del sistema oggetto di studio; modalità di rilievo dei dati in tempo reale e continuativamente nel tempo; l’utilizzo di un assortimento di dispositivi e tecnologie di monitoraggio atti a fornire una tipologia ricca e diversificata di informazioni; una disseminazione sufficiente delle fonti di monitoraggio, che non siano asservite e concentrate, ad esempio, su particolari corridoi. La ricerca si è posta, dunque, come obiettivo preliminare quello di sviluppare un ambiente sperimentale “di laboratorio” all’interno del quale ottenere in maniera economica le “variabili osservate”. A tale scopo è stato necessario ricorrere ad un sistema organico di modelli di simulazione. Dato il tipo di applicazione, inoltre, tale sistema di modelli è stato caratterizzato da un punto di vista dinamico. La piattaforma realizzata ha permesso di indagare la possibilità di utilizzare basi informative dinamiche per fornire informazioni agli utenti del sistema di trasporto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11588/301478
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact