Gli Autori evidenziano gli eventi che negli ultimi anni hanno colpito la provincia di Caserta, danneggiando non solo l’immagine del territorio ma anche la affidabilità degli allevatori e dei produttori lattiero-caseari. A partire, dunque, dall’emergenza rifiuti e dai riflessi negativi, conseguenti all’immissione di diossina nell’ambiente, essi analizzano i riflessi sulla produzione locale di latte e latticini freschi, ed in particolare, di quelli tutelati dal marchio DOP. Gli interventi dei NAS e le truffe, scoperte a seguito dell’inchiesta della Dda sulle bufale affette da brucellosi, hanno riproposto poi il problema del controllo e dell’eradicazione di questa malattia e hanno obbligato la Regione a varare una task force. La scoperta che in alcuni allevamenti di bufale veniva somministrato un ormone (la somatotropina) allo scopo di aumentare la produzione di latte, e ciò nonostante in Italia e in Europa ne sia da tempo vietata l’utilizzazione, non solo ha fatto scattare il sequestro delle aziende in via cautelativa, ma ha anche comportato la distruzione del latte proveniente dalle stesse. Gli Autori fanno rilevare come in ogni caso, la conseguenza immediata è stato l’ennesimo intervento del Consorzio per la tutela del Formaggio di Mozzarella di Bufala Campana a difesa dei produttori e dei consumatori.

EMERGENZA AMBIENTALE E RISVOLTI ECONOMICO-SOCIALI PER LE IMPRESE AGRO-ALIMENTARI DELL'AREA CASERTANA

VALLETRISCO, MARIA
2007

Abstract

Gli Autori evidenziano gli eventi che negli ultimi anni hanno colpito la provincia di Caserta, danneggiando non solo l’immagine del territorio ma anche la affidabilità degli allevatori e dei produttori lattiero-caseari. A partire, dunque, dall’emergenza rifiuti e dai riflessi negativi, conseguenti all’immissione di diossina nell’ambiente, essi analizzano i riflessi sulla produzione locale di latte e latticini freschi, ed in particolare, di quelli tutelati dal marchio DOP. Gli interventi dei NAS e le truffe, scoperte a seguito dell’inchiesta della Dda sulle bufale affette da brucellosi, hanno riproposto poi il problema del controllo e dell’eradicazione di questa malattia e hanno obbligato la Regione a varare una task force. La scoperta che in alcuni allevamenti di bufale veniva somministrato un ormone (la somatotropina) allo scopo di aumentare la produzione di latte, e ciò nonostante in Italia e in Europa ne sia da tempo vietata l’utilizzazione, non solo ha fatto scattare il sequestro delle aziende in via cautelativa, ma ha anche comportato la distruzione del latte proveniente dalle stesse. Gli Autori fanno rilevare come in ogni caso, la conseguenza immediata è stato l’ennesimo intervento del Consorzio per la tutela del Formaggio di Mozzarella di Bufala Campana a difesa dei produttori e dei consumatori.
9788890268823
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/194682
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact