L'evoluzione dei materiali per il packaging alimentare ha determinato l'uso di films flessibili ottenuti con additivi chiamati plasticizzanti. Tra questi gli esteri dell'acido ftalico hanno avuto certamente un ruolo predominante per il loro forte legame fisico con il PVC. Tuttavia la recente limitazione imposta dal Ministro della Sanità (Decreto n. 538/99) ha suscitato il nostro interesse. In questo lavoro viene descritta una semplice metodologia che impiega l'HPLC e che può essere facilmente usata nei casi specifici.

Pellicole flessibili e loro possibilità di interazione con gli alimenti

VALLETRISCO, MARIA;
2000

Abstract

L'evoluzione dei materiali per il packaging alimentare ha determinato l'uso di films flessibili ottenuti con additivi chiamati plasticizzanti. Tra questi gli esteri dell'acido ftalico hanno avuto certamente un ruolo predominante per il loro forte legame fisico con il PVC. Tuttavia la recente limitazione imposta dal Ministro della Sanità (Decreto n. 538/99) ha suscitato il nostro interesse. In questo lavoro viene descritta una semplice metodologia che impiega l'HPLC e che può essere facilmente usata nei casi specifici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/194675
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact