L’ampio saggio affronta la storia dei restauri del palazzo cinquecentesco, attuale sede della facoltà di Architettura, approfondendo in particolare le trasformazioni che nel corso degli anni trenta del Novecento si resero necessarie per ospitare la sede universitaria. Queste ultime, dirette dal preside Alberto Calza Bini ma non scevre dall’influenza culturale di un soprintendente della tempra di Gino Chierici, s’inseriscono appieno nel dibattito disciplinare sul restauro architettonico di quegli anni

Palazzo Gravina: da ufficio delle Poste a Facoltà di Architettura. Restauri e trasformazioni

PICONE, RENATA
2008

Abstract

L’ampio saggio affronta la storia dei restauri del palazzo cinquecentesco, attuale sede della facoltà di Architettura, approfondendo in particolare le trasformazioni che nel corso degli anni trenta del Novecento si resero necessarie per ospitare la sede universitaria. Queste ultime, dirette dal preside Alberto Calza Bini ma non scevre dall’influenza culturale di un soprintendente della tempra di Gino Chierici, s’inseriscono appieno nel dibattito disciplinare sul restauro architettonico di quegli anni
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ottant'anni Facoltà. Gravina.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso privato/ristretto
Dimensione 5 MB
Formato Adobe PDF
5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11588/174335
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact